News

Clicca la foto per ingrandirla

Clicca la foto per ingrandirla

Nominato il Presidente nazionale Confartigianato Ceramica

Nominato il Presidente nazionale Confartigianato Ceramica

ROMA – Un eccellenza dell’artigianato salentino alla guida della categoria “ceramica” di Confartigianato imprese. Antonio Colì, 43enne di Cutrofiano amministratore della nota azienda di famiglia “Fratelli Colì”, è stato eletto presidente nazionale dei ceramisti.

Il ceramista salentino, eletto nell’ultima assemblea tenutasi a Roma, resterà in carica per il prossimo quadriennio. Al suo fianco Davide Servadei (Emilia Romagna), già presidente nello scorso quadriennio, Arianna Giannoni (Toscana), Giovanni Pietro Rampini (Umbria) e Maria Teresa Maroso (Veneto), tutti componenti del consiglio.

Colì dal 2009 è presidente provinciale della categoria “Artigianato Artistico, tradizionale e di qualità” di Confartigianato Imprese Lecce e dal 2012 è anche presidente regionale della categoria Ceramica. E’ componente del consiglio di amministrazione della cooperativa di garanzia “L’Artigiana” ed è stato presidente provinciale del consorzio della ceramica.

“Al fine di incrementare ulteriormente le attività associative a vantaggio della categoria – dichiara Colì – è necessario monitorare costantemente il quadro economico del settore della ceramica in Italia, implementando e rafforzando l’attuale attività di ricerca, anche attraverso l’ausilio delle Università italiane e degli altri enti preposti. Fondamentale – aggiunge – per lo sviluppo della categoria è la creazione e l’intensificazione dei rapporti con i partner esteri, da attuarsi attraverso varie iniziative istituzionali sia di carattere culturale (ad esempio, organizzando convegni a tema) sia con finalità commerciali (ad esempio, workshop e fiere)”.

Il sindaco di Cutrofiano Oriele Rolli e l’assessore comunale alle Attività produttive, Tommaso Campa, esprimono viva soddisfazione. “Un nostro concittadino – dicono Rolli e Campa – è stato eletto al vertice di una categoria così importante e vitale per il nostro tessuto produttivo. La sua nomina è un prestigioso riconoscimento alla passione che ha dimostrato in tanti e tanti anni di attività. Gli auguriamo – concludono – di proseguire la sua carriera, con lo stesso entusiasmo e lo stesso impegno”

Il futuro nelle mani - Viaggio nell'Italia dei giovani artigiani

FUTURO NELLE MANI (IL) VIAGGIO NELL'ITALIA DEI GIOVANI ARTIGIANI

Il Libro di Marina Puricelli Il futuro nelle mani - Viaggio nell'Italia dei giovani artigiani, pubblicato da Egea, ci si addentra nei grandi numeri degli artigiani italiani, professioni che impiegano oltre un milione di addetti e tengono alto il valore del Made in Italy.

 

Nelle trentuno tappe, una per ogni artigiano intervistato, anche la storia e la passione dei Fratelli Colì con il titolo "Mani, cuore e la capacitá di guardare avanti" (pag.92), con intervista ad Antonio e Giuseppe Colì.

Ambiente The Show - Frankfurt

Ambiente The Show - Francoforte 2016

Dal 12 al 16 Febbraio 2016 si svolgerà l'evento Ambiente The Show a Francoforte, in Germania.

 

F.lli Colì, come nel 2015, sarà presente all'evento presso il padiglione 6.2 stand E70.

 

Sito dell'evento

Interior Lifestyle: dal 17 settembre siamo a Shanghai

Interior Lifestyle: dal 17 settembre siamo a Shanghai

Inizia il 17 Settembre la due giorni a Shanghai dedicata ai beni di consumo.
Interior Lifestyle China è la manifestazione di riferimento sul mercato cinese per il settore dei beni di consumo e rappresenta la fiera gemella di Ambiente di Francoforte.

Fratelli Colì srl sarà presente alla prestigiosa kermesse nel settore del dining, l'evento che riunisce l'intera offerta di articoli in vetro, porcellana, ceramica, posateria, utensili per la cucina e altri prodotti per la tavola apparecchiata.

A fianco a questo settore, anche le migliori esposizioni per il giving e il living, ovvero idee regalo e complementi d'arredo.

Dal 17 al 19 Settembre le creazioni Colì saranno rappresentate da un vasto assortimento di prodotti per la tavola, stoviglie e altre pregiate lavorazioni.

Il 24 maggio arriva il Trofeo Colì Junior

Il 24 maggio arriva il Trofeo Colì Junior

18.05.2015

L’azienda Fratelli COLI’ S.r.l., in collaborazione con l’Associazione di promozione “Ceramica Artigianale del Salento” e con l’Agenzia Kutra di Cutrofiano, organizzano il Concorso di pittura estemporanea su ceramica TROFEO COLI’ JUNIOR. La manifestazione ha luogo a Cutrofiano, nel giorno del 24 maggio 2015 presso la Villa Comunale Santa Barbara.

Al concorso possono partecipare i bambini delle classi quinte elementari

GIUSEPPE COLÌ SU RAI2

GIUSEPPE COLÌ SU RAI2

27.04.2015

Salito sul podio dei Mondiali Tornianti lo scorso 9 Settembre, il 27 Aprile Giuseppe Colì, è stato ospite della trasmissione di Rai2, Mezzogiorno in Famiglia.

La TV nazionale ha dato spazio all'arte e alla passione del giovane cutrofianese.

IERI SI È CONCLUSA LA FIERA AMBIENTE FRANKFURT

IERI SI È CONCLUSA LA FIERA AMBIENTE FRANKFURT

18.02.2015

Si è conclusa ieri la manifestazione internazionale Ambiente Frankfurt, uno dei massimi eventi dell’industria dei beni di consumo in Europa. I visitatori sono stati circa 135.000, provenienti da 152 paesi Diversi (fonte: www.messefrankfurt.it), inoltre i numerosi eventi e manifestazioni svoltesi nel periodo fieristico hanno favorito la permanenza di numerosi buyers.

I prodotti Fratelli Colì hanno riscontrato un forte interesse, soprattutto in quei mercati in cui lo stile di vita naturale e sano è di forte impatto sulle scelte dei consumatori finali.

GIUSEPPE COLI' CAMPIONE MONDIAL TORNIANTI 2014

GIUSEPPE COLI' CAMPIONE MONDIAL TORNIANTI 2014

07.09.2014

Siamo orgogliosi di annunciare al mondo che Giuseppe Colí si è laureato, questa sera a Faenza, Campione Mondiale tornianti 2014!

Nell’ambito del programma culturale della quarta edizione di Argillà Italia, il 6 e 7 settembre si è svolta a Faenza la 32esima edizione del Mondial Tornianti, storica competizione fra tornianti italiani e stranieri, ripartita con una rinnovata edizione che ha saputo conquistare ed entusiasmare il pubblico presente ad Argillà.
43 i partecipanti alle gare (Campionato Esteta e Campionato Tecnico), con una fortissima presenza internazionale: 22 i tornianti italiani e 21 quelli stranieri, provenienti da Stati Uniti d’America, Spagna, Svezia, Corea del Sud, Austria, Olanda, Polonia, Russia, Slovenia, Cuba e Germania.
Sabato 6 settembre i tornianti si sono contesi il titolo di Campione Mondiale Esteta, una prova in cui i manufatti liberamente realizzati al tornio e successivamente decorati sono stati giudicati dalla Giuria sulla base di parametri artistici ed estetici.
Domenica 7 settembre è stato invece il momento del Campionato Mondiale Tecnico, in cui i tornianti si sono sfidati nellarealizzazione al tornio del cilindro più alto e della ciotola più larga: uno spettacolo che va oltre la competizione, in cui le opere hanno preso forma sul tornio davanti a una Piazza Nenni (già della Molinella) gremita di persone.
Alle 18.00 si è svolta la cerimonia di premiazione, alla presenza del Sindaco Giovanni Malpezzi, del Vice Sindaco e Presidente di Ente Ceramica Faenza Massimo Isola e del Senatore e Presidente di AiCC Stefano Collina, insieme ai membri e volontari del Comitato Organizzatore, ai partner e agli sponsor della manifestazione (Cibas Impasti, Colorobbia, Rivista D’A, Strada della Romagna). Presenti anche Andrea e Silvia Dolcini, figli di Alteo Dolcini, ed Elena Bandini, figlia di Per Domenico Bandini, ai quali il Mondial Tornianti è intitolato.

Ecco i risultati:
Performance fuori gara Io, il tornio e lo scuro (tornianti bendati)
Vincitore: Antonio Bonaldi (Bassano del Grappa, Vicenza)

Campionato Mondiale Esteta
Vincitori ex-aequo: Matt Hoogland (San Josè, California – USA) e Heike Rabe (Rotterdam, Olanda).

Premio Speciale Giovani (offerto dall’Associazione Ex allievi Istituto d’Arte Gaetano Ballardini al torniante di età compresa tra i 16 e 21 anni che ha conseguito i migliori risultati nel Campionato Tecnico)
Vincitore: Antonio Sagnella (San Lorenzello, Benevento)

Campionato Mondiale Tecnico Maestri Donne
Prima classificata: Bente Brosbol Hansen (Kagerod, Svezia)
Seconda classificata: Heike Rabe (Rotterdam, Olanda)
Terza classificata: Coreen Abbott (San Francisco, California – USA)

Campionato Mondiale Tecnico Maestri
Primo classificato: Giuseppe Colì (Cutrofiano, Lecce)
Secondo classificato: Augusto Girolamini (Deruta, Perugia)
Terzo classificato: Fabio Veschini (Deruta, Perugia)

TROFEO FRATELLI COLÌ - MEMORIAL ANTONIO UCCIO COLÌ

TROFEO FRATELLI COLÌ - MEMORIAL ANTONIO UCCIO COLÌ

25.07.2014

Con grande piacere, la Fratelli Colì S.r.l. è lieta di annunciare che ritorna il Trofeo Colì, a Cutrofiano in Piazza Municipio, il 16 e 17 agosto, e lo fa ricordando il pilastro e fondatore Antonio Colì, detto Uccio, figlio di Donato e Rocco Colì e nonno degli attuali titolari della rinomata azienda.
"Non potevamo non ricordare Nonno Uccio in questo atteso ritorno dell'evento" si pronunciano all'unanimità gli attuali promotori di questa importante data, coadiuvati dall'Associazione Ceramica del salento.
Tutte le novità e l'attività di preparazione, nonchè le modalità di iscrizione si possono trovare su facebook www.facebook.com/trofeocoli.

FRATELLI COLI' È A FRANCOFORTE

FRATELLI COLI' È A FRANCOFORTE

02.02.2014

Anche quest'anno FRATELLI COLI' S.R.L. (l'originale, tondo col Galletto) parteciperà alla Fiera Internazionale di Francoforte, AMBIENTE 2014. Grandi aspettative per l'estero (gli U.S.A. riprendono a correre e saranno il Paese ospite dell'evento), ma, soprattutto, grandi speranze per un "Made in Italy" sempre più ricercato e più qualificante.

La prestigiosa kermesse si svolgerà a Francoforte dal 13 al 17 Febbraio, è la fiera internazionale dei beni di consumo e rappresenta il massimo evento dell'industria dei beni di consumo mondiale.

Tra eventi, rappresentazioni e tanta ispirazione, FRATELLI COLI' S.R.L. esporrà le sue creazioni sul mercato globale.

f.a.q.

Alcune delle domande che ti poni sul mondo della ceramica sono, probabilmente, comuni a quelle di altre persone. Abbiamo selezionato le richieste più frequenti che ci sono giunte: in questa sezione abbiamo messo a tua disposizione le risposte che abbiamo fornito.

Come mai alcuni prodotti, apparentemente con lo stesso decoro, possono avere prezzi diversi?

I motivi possono essere vari. Un oggetto può essere fatto sia al tornio, o comunque con procedure manuali, oppure alla pressa; è ovvio che un prodotto fatto artigianalmente deve costare di più rispetto ad uno eseguito meccanicamente.
Lo stesso discorso si può applicare al decoro, le tipologie principali sono due, il decoro a pennello e il decoro a decalcomania. Per la decorazione a decalcomania non sono necessarie grandi qualità artistiche in quanto si tratta di una pellicola da applicare con tecniche particolari. Invece per la decorazione manuale, la tecnica su ceramica è molto complessa, anche rispetto ad altre tecniche.
Ciò detto, è necessario introdurre un'altra variabile fondamentale: la "sincerità" del produttore, che può essere bravo a vendere un oggetto fatto alla pressa per uno fatto a mano.

Come si fa a riconoscere una decalcomania da un decoro fatto a mano?

Riconoscere una decalcomania da un decoro fatto a mano è molto semplice, con una semplice lente è sufficiente osservare le sfumature del decoro stesso, su una sfumatura a decalcomania si noterà il retino del telaio, mentre sul decorato a mano si vedrà la sfumatura lineare.
A volte questo controllo si può effettuare anche senza lente quando il decoro è sufficientemente semplice da osservare.

Come si fa a riconoscere un prodotto lavorato al tornio da uno fatto con la pressa?

Riconoscere un prodotto lavorato al tornio da uno fatto a mano non è cosa semplice. Sicuramente su un manufatto si noteranno delle striature interne dovute alle ditate dell'artigiano, mentre la superficie di un articolo fatto a macchina è perfettamente liscia. Purtroppo adesso sono stati creati degli stampi particolari che danno lo stesso risultato del "fatto a mano".
Un modo quasi "infallibile" è il seguente: se si affiancano alcuni oggetti fatti a mano dello stesso modello, questi dovrebbero essere differenti, anche leggermente, sulle misure fondamentali (altezza, diametro, ecc.).

Che differenza c'è fra terracotta e maiolica?

È facile confondere il significato tra ceramica, terracotta e maiolica! Innanzitutto con ceramica si indica qualsiasi articolo prodotto

Come mai affermate che siete nel settore dal 1650?

Dai catasti onciari della Provincia di Lecce risulta che, nel 1650, un tale Andrea Colì possedeva una bottega in cui svolgeva l'attività della terracotta.
A tal proposito proponiamo la genealogia Colì (ricerca svolta dal Dott. Vincenzo Ligori e pubblicata nel libro "Cutrofiano, l'argilla, la terra, la pietra", Ed. Congedo): Andrea (1650), Oronzio Giuseppe (1683), Paolino (1736), Antonio (1769), Pasquale (1808), Gaetano (1844), Angelo Pasquale (1874), Antonio (1917), i fratelli Donato e Rocco, con i figli Antonio, Donato, Massimo, Giuseppe, Giovanni sono i titolari del Gruppo Colì (FRATELLI COLI' S.n.c. e FRATELLI COLI' S.r.l.).

Perché la ceramica da fuoco spesso si spacca anche al primo utilizzo?

Nell'utilizzo della ceramica pirofila sono fondamentali alcuni accorgimenti per farla resistere nel tempo e per poter usufruire di tutti i vantaggi in termini di sapore e genuinità.
Innanzitutto, soltanto per la prima volta, è necessario immergere la pirofila in acqua tiepida per 12 ore, successivamente è sufficiente evitare shock termici come porre la ceramica rovente su piani bagnati o sotto l'acqua fredda.
Dopo il lavaggio, lasciarla asciugare capovolta prima di riporla in dispensa. C'è da aggiungere che la cavillatura dello smalto è normale e non pregiudica l'uso.
Su tutte le pirofile Colì si applica un'etichetta in cui sono indicate le varie modalità di utilizzo con alcuni consigli pratici.

Cos'è la terracotta "Impruneta?"

Il nome Impruneta deriva dalla zona in cui viene estratta l'argilla, che è situata in Toscana ed ha come proprietà fondamentale l'elevata resistenza. Tale materia è rinomata in tutto il mondo ed è riconosciuta come la migliore qualità di argilla esistente; non a caso gli oggetti costruiti con argilla Impruneta hanno anche un elevato costo, ma sono soldi spesi bene per chi pretende il massimo dalla terracotta. La terracotta Impruneta è protetta anche da un consorzio che obbliga l'utilizzo di tale materia solo nella stessa zona di Impruneta. Chi acquista un prodotto Impruneta è consapevole di acquistare un prodotto di elevata qualità che si costruisce solo in una particolare zona in Toscana.

Come si fa a togliere il salmastro bianco dai vasi in terracotta?

Ciò accade quando i sali minerali del terreno contenuto nel vaso vengono filtrati naturalmente attraverso le pareti e, una volta ceduti all'esterno, si essiccano a contatto con l'aria.
Si può, comunque, facilmente riportare il vaso al suo aspetto primario lavandolo con una soluzione di acqua ed acido muriatico cloridrico al 10 % (si trova in qualsiasi ferramenta) sciacquandolo abbondantemente.

E quelle macchie verdi?

Quelle "macchie verdi" sono costituite da muschi che nascono soprattutto sui vasi i cui lati non sono mai esposti al sole, è facile intuire che la pianta non subisce alcun danno, anzi piace a qualcuno, perché conferiscono all'insieme un aspetto vissuto e antico.
Qualora si vogliano eliminare basta lavare accuratamente il vaso con acqua e candeggina, senza bisogno di togliere da esso la pianta.

Come mai, sta prendendo quota il mercato dei vasi in plastica rispetto a quelli in terracotta, sono forse migliori?

In questi ultimi tempi si sta assistendo ad una vera rivoluzione nel mondo del "pollice verde". La domanda di vasi per piante si sta spostando dai vasi in terracotta a quelli in plastica. I motivi sono vari: - leggerezza nel trasporto e facile modalità di utilizzo anche da parte di persone meno "forzute", - costo nettamente inferiore agli altri contenitori in terracotta, - dato lo scarso peso si possono utilizzare anche su terrazzi senza compromettere la struttura stessa dell'abitazione, ma attenzione agli svantaggi: - la pianta rifiuta categoricamente il vaso in plastica come proprio habitat, come ti sentiresti se indossassi una maglia in plastica? (immaginatela sia in estate che in inverno), - l'immagine che si ha con un vaso in terracotta è impensabile con l'utilizzo di uno in plastica. Anche se sul mercato si trovano vasi in resina quasi identitici a quelli in terracotta non tralasciate di considerare una variabile fondamentale: il prezzo, quasi uguale a quello dei vasi in terracotta! Quindi bisogna porre massima attenzione nell'acquisto dei vasi, tutto diventa molto più semplice se ci immedesimiamo con la nostra amata pianta!

Perche' il logo del galletto?

Il logo del galletto e' stato deciso fra tante soluzioni, tutte legate alla simbologia della ceramica salentina, la terra in cui ha sede l'Azienda: si e' voluto che gia' nel marchio si identificasse la provenienza dell'azienda, una terra ricca di arte, cultura, storia e, soprattutto, tanta voglia di fare.

Cos'e' la Maiolica Alta Resistenza?

Nel 2002 l'Azienda compie un salto di qualita' fondamentale, cambia la materia prima ed i processi di lavorazione, lo fa dimostrando un convinto orientamento al marketing, lo fa per rispondere alle attese dei consumatori che oggi vogliono dalla maiolica qualcosa di piu', piu' resistenza (circa il doppio) senza rinunciare agli aspetti estetici del manufatto artigianale di tradizione. Nasce cosi' la "M.A.R. - MAIOLICA ALTA RESISTENZA", con un marchio che si affianca a quello di fabbrica per testimoniare l'uso della nuova materia prima, nelle linee di prodotto in cui e' presente. Pur essendo una innovazione rivoluzionaria e dirompente, questa eccezionale novita', viene rappresentata con la tradizionale sobrieta' e discrezione. La M.A.R. si contraddistingue dal logo tondo con il discobolo al centro e con la dicitura MAIOLICA ALTA RESISTENZA sul bordo, attenzione ad eventuali imitazioni.

Come si fa a distinguere un prodotto dei Fratelli Coli'?

Su ogni prodotto Coli' e' presente il simbolo del GALLETTO su sfondo circolare. Esso varia a seconda del prodotto:
- posizionato sul fondo esterno nel caso della stoviglieria;
- impresso con punzone sia nei manufatti per giardino che sulle pirofile.
Bisogna fare molta attenzione: ALCUNE AZIENDE IMITANO IL MARCHIO "COLI' Maioliche e Terrecotte dal 1650" (regolarmente registrato) ATTRAVERSO ALCUNI "RITOCCHI", ad esempio uno "pseudogalletto" su altri fondi, ecc.
Questo ci fa piacere da un certo punto di vista: quando una cosa piace viene imitata e... piu' piace, piu' viene imitata. E' importante che chi acquista un prodotto imitato sia consapevole della qualita' piu' scadente e di tanti altri piccoli particolari che differenziano un prodotto originale dagli altri.

FRATELLI COLI' srl | SNC, Viale Della Ceramica - 73020 Cutrofiano (LE) - Italia | P.I. 02928230750 | Tel. +39 800 110605   - Tel. +39 0836 544383 | Fax. +39 0836 543763 | info@coliweb.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite